Donne in politica, paritĂ  ancora lontana: presentato il corso di comunicazione politica

conferenza stampa di presentazione del corso p come donna

[01-03-2024] “P come donna – strumenti per un ruolo sostanziale della donna nella politica”  è stato presentato oggi alla presenza delle promotrici Silvia Cavallarin, Consigliera di parità della Città metropolitana di Venezia e Anna Brondino, presidente provinciale CIF Centro italiano femminile, con la partecipazione della presidente del Consiglio comunale di Venezia, Ermelinda Damiano sostenitrice di questa iniziativa fin dalla sua prima edizione nel 2022.  

 

I temi del corso sono stati illustrati dalla sua curatrice, Martina Carone, analista di dati elettorali, esperta in comunicazione pubblica e marketing politico-elettorale. Il percorso di incontri è stato ideato in tre pomeriggi, il 7, 14 e 21 marzo prossimi, dalle 17.30 alle 19.15, che verranno ospitati nella sede di Mestre della Città metropolitana di Venezia (via Forte Marghera, 191).  

rappresentante Cif, Damiano e Brondino

“Ci siamo prefisse uno scopo preciso nel pensare a questa iniziativa: dare strumenti alle donne per superare un divario di genere ancora fortissimo in politica - è il commento di Anna Brondino -. Se certamente è un buon segno la presenza di una donna a capo del governo in questo paese e di una donna a capo del maggior partito di opposizione, di certo questo non è sufficiente. Anche nel terzo settore, dove opero da molti anni, la governance è ancora strettamente in mano agli uomini e stiamo parlando di un ambito, quello  dei servizi alla persona, in cui le donne sono presenti in modo massiccio. Lo facciamo anche per le nuove generazioni che sembrano dare per scontati alcuni diritti acquisiti dalle donne".  

 

“Abbiamo dato uno sguardo alle amministrazioni comunali di area metropolitana: su 44 comuni, ci sono 7 sindache; nei 16 comuni che vanno al voto, tolti i due commissariati, ci sono 2 sindache – ha quindi aggiunto Silvia Cavallarin - Se visto nel quadro della strategia nazionale per la parità di genere, siamo ben distanti, ma è nel suo solco, per promuovere l’empowerment femminile che iniziative come questa diventano importanti”.

 

“Sono presenti temi e riflessioni sul gender gap e sulla scarsa presenza femminile nella governance – ha quindi sottolineato Ermelinda Damiano - Arrivare alla parità è un percorso lungo e frutto di grandi battaglie e ancora c’è molto da fare, basta guardare alle regioni: fino alla recente elezione in Sardegna vi era un’unica presidente di Regione, ora sono 2, il dieci per cento di questo livello di governo. Il corso deve essere allora uno stimolo, per le donne che hanno voglia di fare politica, di metterci la faccia, di dare il loro valore aggiunto. Certo va condiviso, uomini e donne, ma occorre procedere nell’obiettivo  di parità”.  

 

“Alla terza edizione, presentiamo un percorso che si è perfezionato anno per anno, tenendo conto dell’andamento reale e attuale della comunicazione pubblica e politica – ha quindi concluso Martina Carone -. Con Giovanni Diamanti, co-fondatore di Quorum e You Trend, l’agenzia nazionale che cura sondaggi, analisi, elaborazione e promozione di campagne elettorali per i maggiori leader del Paese, puntiamo ad una cassetta degli attrezzi che fornisca una strategia strutturata, riconosca l’importanza del messaggio e catalizzi l’attenzione di un elettorato che sta soffrendo di un graduale calo di partecipazione”.  

 

locandina p come donna

 

Questi gli argomenti del programma 2024 del corso P come donna – strumenti per un ruolo sostanziale della donna nella politica:  

  • PRESENTARSI AGLI ELETTORI: L'IMPORTANZA DEL MESSAGGIO In ogni campagna elettorale è importante capire come raccontarsi, perchĂ© il come comunichiamo è importante almeno quanto il cosa comunichiamo. Definire, nella fase di lancio della propria candidatura, delle linee di messaggio chiare e coerenti, è un requisito ormai fondamentale per affermare il proprio posizionamento all'interno dell'arena politica. 
  • CRISIS MANAGEMENT: COME REAGIRE IN SITUAZIONI DI EMERGENZA. La crisi rappresenta, tanto in politica quanto nel mondo aziendale, una finestra di opportunitĂ  per l'affermazione di nuove leadership e per rilanciare il proprio messaggio. Ma serve sapere come fare. Rispondere puntualmente alle sollecitazioni del contesto, seguendo i principi cardine del crisis management, permette di uscire indenni (o poco ammaccati) dalle emergenze che si presentano durante il percorso di candidatura. 
  • I DIBATTITI E I CONFRONTI PUBBLICI: PICCOLO MANUALE DI SOPRAVVIVENZA. Nel corso di una campagna elettorale, il momento del dibattito può rappresentare spesso un momento di svolta: per presentari ai cittadini, per lanciare le proprie proposte, per sembrare semplicemente piĂą bravi e affidabili dell'avversario. 

​

Per saperne di piĂą e iscriversi

 

 

CERCA PER ARGOMENTI

non categorizzato (4) 11 ottobre (6) 25 novembre (19) 8 marzo (6) alleanze per la famiglia (15) antiviolenza (50) asili nido (3) attivitĂ  consigliera (61) azioni positive (32) bambine ragazze (9) bandi (42) centri uomini autori violenza (2) certificazione di paritĂ  di genere (5) commissione pari opportunitĂ  (7) conciliazione (49) congedi parentali (11) consigliera di fiducia (3) consigliere di paritĂ  (16) coronavirus (25) cug comitato unico di garanzia (9) dimissioni maternitĂ  paternitĂ  (6) diritti umani (9) discriminazione (8) discriminazioni sul lavoro (46) divario di genere (41) divario retributivo (20) elezioni (12) enti locali (98) equamente al lavoro (4) families share (3) femminismo (4) formazione (52) gender pay gap (18) imprenditoria femminile (23) indifesa (3) infografica (11) innovandove (10) ispettorato del lavoro (15) maltrattanti (9) maternitĂ  paternitĂ  (28) mercato del lavoro (42) normativa (31) occupazione (32) one billion rising (1) pari opportunitĂ  (40) paritĂ  (13) pon scuola (7) premio lucia bartolini (11) previdenza sociale (3) progetto pari (3) pubblica amministrazione (16) quote rosa (3) regione veneto (101) responsabilitĂ  sociale impresa (14) scuola (25) sentenza (1) sessismo (1) smart working lavoro agile (14) spisal (4) sportello donne al lavoro (6) stem (10) stereotipi (2) strutture antiviolenza (46) sviluppo sostenibile (3) tratta esseri umani (3) universitĂ  (16) violenza sulle donne (74) vittime violenza (21) welfare (26) welfare aziendale (23)