Formazione con la consigliera: discriminazioni sul lavoro, mobbing e stress lavoro correlato

persone con ingranaggi (grafica rawpixel per freepik.com)

[12-02-2021] Venerdì 19 febbraio, la consigliera di parità metropolitana Silvia Cavallarin condurrà il primo di due incontri in materia di discriminazione sui luoghi di lavoro e benessere (o disagio) organizzativo. L'iniziativa, prima nel suo genere in versione di formazione a distanza (fad), è stata voluta dalla consigliera di parità in risposta alle molte sollecitazioni emerse dalle attività d'ufficio a supporto degli enti locali, in particolare nella predisposizione dei loro piani di azioni positive, come nel ruolo e nel funzionamento dei Comitati unici di garanzia (cug), gli organismi per la parità voluti dal legislatore per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni.  

 

Sono questi infatti i principali destinatari dei due moduli del percorso, che tratteranno di Tutela antidiscriminatoria nel primo appuntamento di venerdì 19 e di Benessere organizzativo nel secondo, che si terrà il successivo venerdì 26 febbraio, entrambi tra le ore 11 e le 13 in videoconferenza su piattaforma webex. 

 

L'invito alla partecipazione, rivolto ai Comuni metropolitani e ad altre pubbliche amministrazioni del territorio, ha trovato una calda accoglienza e ad oggi sono oltre 70¬†le richieste di partecipazione, a conferma che i temi sono ritenuti di grande interesse e attualit√† dal personale pubblico. Destinatari della comunicazione e partecipanti sono per lo pi√Ļ inseriti nei cug metropolitani, nei settori di direzione e gestione delle risorse umane, senza escludere¬† provenienze anche da altri settori.¬†

 

"Sono davvero compiaciuta - sostiene la consigliera Silvia Cavallarin - della risposta che ci è arrivata e spero che questa esperienza possa far crescere la conoscenza e la sensibilità sui temi delle discriminazioni al lavoro e sui fenomeni di mobbing, straining e stress lavoro correlato che possono provocare danni pesanti alla salute di chi ne è fatto oggetto. La mia intenzione è quella di offrire strumenti per difendersi e per sapere a chi rivolgersi per far valere le proprie ragioni, ma soprattutto per costruire quella cultura organizzativa improntata al rispetto della dignità delle persone e alla valorizzazione delle potenzialità del personale che sono alla base di una buona organizzazione aziendale anche in termini di produttività e di sviluppo". 

 

 

Gli incontri saranno registrati per essere fruibili anche successivamente alla diretta.

Tutte le informazioni e gli aggiornamenti in questa pagina del sito.  

 

grafica: rawpixel per freepik.com