innovando.ve fa 3 e guarda alle nuove politiche attive per il lavoro del Veneto

Locandina

[03-10-2019] Giovedì 24 ottobre alle ore 9 a Mestre, presso la sede della Città metropolitana di Venezia, si terrà la terza edizione di innovando.ve, l’appuntamento annuale promosso dalla Consigliera di parità metropolitana Silvia Cavallarin, che tratterà di Direzione Lavoro | Fare Rete Occupazione Parità.

 

L’incontro intende mettere a fuoco il ridisegno dei Servizi per l’impiego e politiche attive per il lavoro, all’alba della loro definitiva transizione dagli enti provinciali e metropolitano alla Regione Veneto, attraverso la sua struttura di Veneto Lavoro. Un passaggio importante e significativo, se si pensa che Veneto Lavoro, nell’assumere questo compito, ha decuplicato in un batter d'occhio la propria dotazione organica, passando dalle 35 unità del 2018 alle 400 del  1° gennaio 2019, assorbendole dagli enti provinciali. Non solo: dopo le procedure concorsuali avviate a luglio, è in previsione un ulteriore incremento di circa 200 nuovi dipendenti, mentre, nel frattempo, sono  in arrivo 70 navigator, le nuove figure previste dal decreto Dignità per mettere a regime la macchina del Reddito di cittadinanza.

 

Quali mutamenti sono intervenuti nella gestione macro e microterritoriale delle politiche attive per il lavoro? Quali ricadute per il mondo dell’impresa e per le relazioni sindacali? E come cambiano i rapporti tra i soggetti coinvolti? Sono le prime domande cui il convegno intende rispondere, mettendo a confronto sul punto Veneto Lavoro, con il direttore Tiziano Barone, insieme a due tra i soggetti che rappresentano l’incontro tra la domanda - Unioncamere del Veneto, con il presidente Mario Pozza - e l’offerta di lavoro, quella di lavoratori e lavoratrici rappresentati in questo contesto da Cisl Veneto, con Valeria Cittadin

 

Altra domanda aperta è come possa  migliorare il divario nei tassi di occupazione e disoccupazione, di retribuzione, di percorso alla carriera, fattori di discriminazionazione che pesano in particolare sulle lavoratrici. Ne illustrerà il quadro la consigliera di parità regionale Sandra Miotto, alla luce dei dati emersi dal rapporto biennale che fotografa la situazione nelle aziende venete oltre i cento dipendenti: un argomento d’obbligo per la figura delle consigliere di parità, destinate al controllo delle discriminazioni in ambito occupazionale, e  oggi di fronte a  nuove incognite visto che, rimaste incardinate negli enti provinciali, si trovano separate dai servizi per l’impiego cui  sono sempre state connesse, prima di questa riforma.

 

“Se è importante conoscere come si intende far fronte alle nuove sfide che si aprono in tema di lavoro a seguito di questa trasformazione – aggiunge la consigliera di parità metropolitana Silvia Cavallarin – voglio ricordare che lo scopo principale di questa rassegna è quello di promuovere l’incontro tra istituzioni e forze locali, per fare rete, per meglio integrare competenze e risorse che costruiscano un’occupazione sostenibile per la conciliazione vita e lavoro. Chi lavora meglio produce di più. Il problema è che le persone che arrivano al mio ufficio lavorano malissimo, in condizioni difficilie precarie e le istituzioni devono fare la loro parte”.

 

L’incontro si completerà infine, come tradizione, da una sessione dedicata alle buone esperienze di welfare e innovazione sociale. Oltre ai migliori progetti finanziati dalla Regione nell’ambito dei Por-Fse, in particolare per l’occupazione femminile, presentati dall'esperta Stefania Denevi, un sipario è dedicato alle notevoli  offerte di welfare del Gruppo Veritas con la direttrice risorse umane Chiara Bellon e con Alvise Nicolazza e alle azioni di empowerment femminile della Fondazione Bellisario di Venezia, presentate dalla presidente e imprenditrice Gabriella Chiellino.

 

Con la tradizionale partecipazione dell'assessora regionale all'istruzione, formazione, lavoro e pari opportunità Elena Donazzan. L'incontro sarà aperto dal benvenuto portato dal consigliere metropolitano delegato al lavoro, Alessio De Rossi.

La chiusura dei lavori è prevista verso le 13, cui segue un piccolo buffet.

Per iscriversi al convegno clicca qui

 

 

Per saperne di più

pagina Eventi: innovando.ve#3

 

 

Allegati: